La potatura delle piante di giada è importante per mantenerne le dimensioni, la forma e la salute generale. In questo post imparerete perché, quando e come potare le Crassule, passo dopo passo.

La potatura di una pianta di giada non è difficile, ma non è nemmeno intuitiva se non l'avete mai fatta prima.

Se non si sa cosa fare, la cosa intimorisce, ma per fortuna le piante di giada sono molto tolleranti e possono sopportare una potatura severa.

Una volta imparato, potrete prendere l'abitudine di potarla regolarmente, per mantenere una pianta più folta, compatta e sana.

Di seguito vi spiegherò perché e quando potare la vostra pianta di giada e quali sono gli strumenti migliori da utilizzare, per poi mostrarvi passo dopo passo come farlo nel modo giusto.

Devo potare la mia pianta di giada?

Sì, è necessario potare regolarmente la pianta di giada come parte della routine di cura generale. È comune che le piante di giada lascino cadere le foglie più vecchie e si assottiglino al centro quando invecchiano.

Se non vengono mai tagliati, con il tempo possono diventare sottili e spelacchiati, oppure fuori controllo e troppo cresciuti.

Perché potare le crassule?

Ci sono diversi motivi per cui dovreste potare la vostra pianta di giada: ne ho già citati alcuni sopra, ma ve li elencherò tutti qui.

  • Mantenere le dimensioni - Se non vengono curate, le piante di giada possono diventare grandi, indisciplinate o con le zampe.
  • Controllare la forma - È molto facile controllare le loro dimensioni e la loro forma, motivo per cui sono così popolari per i bonsai.
  • Manteneteli più sani - La rimozione delle foglie e dei rami morti o danneggiati li mantiene più sani e previene la comparsa di malattie e funghi.
  • Ringiovanire - La potatura e i pizzicotti regolari producono folti gruppi di nuove foglie, che le rendono più piene e cespugliose.
Formazione di nuovi gruppi di foglie di Crassula dopo la potatura

Quando potare le piante di giada

Il periodo migliore per la potatura delle piante di giada è la primavera e l'inizio dell'estate, mentre se la si effettua in autunno o in inverno su una pianta tenuta in casa, la nuova crescita può diventare rapidamente debole e debole.

Se invece vivete in un clima caldo, dove le piante stanno all'aperto tutto l'anno, potete tagliarle in qualsiasi momento, ma vi consiglio di aspettare la fine della fioritura.

Tenete presente che le nuove foglie potrebbero non iniziare a formarsi subito se il clima è fresco durante l'inverno.

Pianta di giada troppo cresciuta che necessita di potatura

Strumenti per tagliare la crassula

È molto importante utilizzare gli strumenti adeguati per la potatura delle giade. Innanzitutto, assicuratevi che l'utensile da taglio sia pulito e affilato, in modo da non schiacciare o strappare gli steli.

Inoltre, utilizzate uno strumento proporzionato alle dimensioni dei fusti che state tagliando: per rimuovere le punte e i rami più piccoli, vi consiglio di utilizzare potatori di precisione, un micro-taglierino o cesoie da bonsai.

Sarà molto più facile rimuovere i fusti più grossi e i rami spessi con potatori pesanti, un troncarami o persino una sega a mano per quelli più grossi.

Messaggio correlato: Come scegliere il miglior terriccio per piante di giada

Tecniche di potatura delle giade

Esistono due tecniche di base per la potatura delle piante di giada: tagliare i fusti e i rami o tagliare le punte.

Tagliare gli steli e i rami

Per le piante di giada fuori controllo o poco attraenti, è necessario rimuovere i fusti e i rami pieni.

In alcuni casi, potrebbe essere necessario essere piuttosto aggressivi con i tagli per ridare un aspetto sano alla pelle.

Taglio dei rami delle piante di giada

Pizzicare le punte

La pizzicatura è la tecnica più delicata per mantenere la forma e le dimensioni complessive delle piante, con la quale è sufficiente pizzicare le nuove foglie e le punte più tenere.

La maggior parte delle persone usa le dita per farlo, ma se preferite potete tagliarle.

Spuntare le nuove punte di una pianta di Crassula

Come potare una pianta di giada passo dopo passo

Il modo migliore per sistemare una pianta di giada con le zampe o per domare una pianta troppo cresciuta è quello di tagliarla. Di seguito vi illustrerò i passaggi per ciascuno di essi.

La buona notizia è che non importa dove si tagliano gli steli: ricresceranno proprio sotto la ferita. Ma ecco alcune cose da tenere a mente prima di iniziare.

  • Eseguire i tagli con un'angolazione verso il basso - È molto importante eseguire i tagli con un'angolazione verso il basso, in modo da far scorrere l'acqua che, se si deposita nella ferita, la fa marcire.
  • Non rimuovere mai tutte le foglie - Anche se le Crassule possono sopportare una potatura severa, non è mai una buona idea rimuovere tutte le foglie in una sola volta: farlo può bloccare la loro crescita e potrebbe finire per ucciderle.

Messaggio correlato: Come innaffiare una pianta di giada

Potatura di una pianta di giada sporgente

È facile potare una pianta di giada con le gambe, ma altrimenti in salute, soprattutto se è piuttosto piccola.

L'obiettivo è quello di tagliare i rami più lunghi e leggeri e di tagliare le punte di quelli più corti.

A seconda di quanto è robusto, potreste ripetere questi passaggi ogni poche settimane, man mano che si ramifica.

Passo 1. Trovare i rami più lunghi - Tagliate i rami più leggeri alla stessa lunghezza di quelli medi e corti.

Se sono tutti della stessa lunghezza, è sufficiente tagliarne alcuni alla volta, senza rimuoverli tutti in una volta.

Fase 2. Eliminare gli steli ricadenti o incurvati - Se ci sono steli così lunghi da essere cadenti o curvi, tagliateli dopo.

Fase 3. Pizzicare le punte - Tagliare le prime due foglie o le nuove punte tenere ogni pochi centimetri.

Volendo, si possono pizzicare le punte di tutti i rami, purché ci siano altre foglie sotto di essi.

Messaggio correlato: Perché la vostra pianta di giada sta diventando rossa e cosa fare al riguardo?

Rami di piante di giada

Potatura delle piante di giada troppo cresciute

Se la pianta di giada è cresciuta troppo, è necessario procedere a una potatura più estesa.

In questo caso, è probabile che ci siano anche foglie e rami morti o morenti da rimuovere.

Se si è abbastanza coraggiosi, si può essere abbastanza aggressivi, ma se si è alle prime armi, è bene pianificare l'operazione in più iterazioni.

Fase 1. Rimuovere le foglie e i rami morti - Mi piace iniziare rimuovendo tutte le cose morte, perché in questo modo si elimina il disordine e diventa più facile vedere con cosa si sta lavorando.

Taglio di un ramo di giada morto

Fase 2. Tagliare gli steli danneggiati - Cercate i rami morenti, danneggiati, incrinati o che mostrano segni di marciume e tagliateli fino alla parte sana del fusto.

Fase 3. Tagliare i ritardatari - Le giade troppo cresciute avranno probabilmente molti rami lunghi che sono per lo più privi di foglie nella parte inferiore. Potate i rami peggiori per dare forma alla pianta.

Fase 4. Monitorare i progressi - È molto facile lasciarsi trasportare dalla cimatura e ritrovarsi con una pianta irregolare o sbilenca.

Quindi fate un passo indietro ogni pochi tagli per assicurarvi che non stiate esagerando e che la forma sia uniforme.

Fase 5. Tagliare meno di quanto si pensi - Come ho detto sopra, la potatura di una pianta di giada cresciuta troppo e trascurata per anni richiederà diverse iterazioni.

Quindi tagliate un po' alla volta, poi ripetete questi passaggi quando i rami tagliati iniziano a riempirsi di nuovo.

Pianta di giada splendidamente potata

Domande frequenti sulla potatura di una pianta di giada

In questa sezione affronterò alcune delle domande più frequenti sulla potatura delle piante di giada. Se non trovate qui la vostra risposta, chiedetela nei commenti.

Come faccio a far crescere la mia pianta di giada?

L'unico modo per rendere cespugliosa la vostra pianta di giada è quello di potarla regolarmente: una volta raggiunta la pienezza desiderata, pizzicatela ogni pochi mesi per mantenere la forma.

Posso tagliare a metà la mia pianta di giada?

Sì, è possibile tagliare a metà la pianta di giada, purché non si rimuovano tutte le foglie e i rami in una sola volta.

Si può tagliare il tronco di una pianta di giada?

Sì, è possibile tagliare il tronco di una pianta di giada, a patto che al termine ci siano ancora rami e foglie.

Cosa fare con i ritagli di giada

Il modo in cui utilizzare i ritagli di giada è a vostra discrezione. Naturalmente potete gettarli nella spazzatura o nel bidone del compost, ma perché non provare a riprodurli: è facile da fare e vi ritroverete con tonnellate di nuovi esemplari.

La potatura di una pianta di giada è il modo migliore per controllarne la forma e le dimensioni, per evitare che diventi troppo rigida e cresca eccessivamente e per mantenerla sana e bella per i decenni a venire.

Se volete imparare tutto quello che c'è da sapere sulla cura delle piante d'appartamento, allora avete bisogno del mio eBook sulla cura delle piante d'appartamento, che vi mostrerà tutto quello che c'è da sapere su come mantenere rigogliose tutte le piante della vostra casa. Scaricate subito la vostra copia!

Ulteriori informazioni sulla potatura delle piante

    Condividete i vostri consigli su come potare le piante di giada nella sezione commenti qui sotto.

    Torna in alto